La protesi dentaria è un manufatto, realizzato da un Odontotecnico abilitato, sotto la guida di un Medico Odontoiatra, utilizzato per rimpiazzare la dentatura originaria persa o compromessa per motivi funzionali e/o estetici.
Hanno il compito di riabilitare le funzioni orali mediante la sostituzione dei denti naturali con elementi dentari artificiali.
L’odontoiatra provvede a prendere l’impronta inserendo un cucchiaio porta-impronte di metallo o di silicone/plastica anatomico a forma di arcata o semi-arcata, a seconda dell’impronta da rilevare, contenente una speciale pasta morbida nella bocca del paziente.
I denti del paziente affonderanno nella pasta fin quando essa non sarà indurita del tutto (in genere l’operazione dura 2-3 minuti). Una volta terminata la presa dell’impronta, il dentista estrarrà il cucchiaio dalla bocca del paziente con estrema delicatezza, in modo da evitare possibili alterazioni al calco ottenuto.
Le protesi dentarie sono apparecchi che permettono di sostituire i denti naturali con quelli artificiali.
Esistono diverse tipologie di protesi, ma generalmente si dividono in protesi dentali fisse e in protesi dentali mobili o rimovibili.
Indipendentemente se sia fissa o mobile, qualsiasi tipo di protesi deve soddisfare tre caratteristiche ben precise: deve essere funzionale, ossia riabilitare le corrette funzioni fonatorie e masticatorie, deve essere resistente nel tempo, deve essere estetica e deve somigliare alla dentatura naturale del paziente e ridare bellezza al volto e al sorriso seguendo un’attenta analisi estetica.
La protesi rimovibile viene preferita nei casi in cui un deficit osseo non permette il posizionamento di impianti o per ragioni economiche. Può essere totale ed è la classica dentiera che viene indicata in casi di edentulia totale di una o entrambe le arcate dentali. Parziale è usata per sostituire uno o più denti e viene ancorata tramite ganci ai denti naturali residui o agli impianti. Solitamente è formata da una struttura metallica (scheletrato) che permette di ottenere una maggiore funzionalità della dentiera.
La protesi fissa, formata da corone o ponti, non può essere tolta senza l’intervento del dentista e sostituisce elementi dentali in modo stabile e definitivo. Si possono distinguere diversi tipi di protesi fissa: protesi su impianti che può essere avvitata o cementata a seconda dei casi e protesi su denti naturali per sostituire i denti mancanti.